La guarigione di Delizia Cirolli - Il miracolo numero 65 di Lourdes

Fra tutte le guarigioni di Lourdes dichiarate miracolose, quella di di Delizia Cirolli è a mio parere la più importante dal punto di vista critico.
Infatti:
-  si tratta di una guarigione certa e completa da un tumore (quale che ne sia la tipologia), ben documentata dal punto di vista clinico e strumentale
-  è avvenuta in modo piuttosto rapido
-  è avvenuta senza che sia stata praticata alcuna terapia.

La discussione su questo caso è dunque fondamentale, dal mio punto di vista, soprattutto per analizzare i criteri e le procedure in base alle quali avviene a Lourdes (e nella diocesi di appartenenza della guarita) la proclamazione del miracolo medico.

 

Il racconto della guarigione di Delizia Cirolli, secondo il sito ufficiale del Santuario di Lourdes

Delizia CIROLLI. La preghiera piuttosto che l’amputazione… Nata il 17 novembre 1964, residente a Palermo (Italia). Malattia : Sarcoma di Ewing del ginocchio destro. Guarita verso il Natale 1976. Miracolo riconosciuto il 28 giugno 1989 da Mons. Luigi Bonmarito, vescovo di Catania. Delizia Cirolli è oggi una madre di famiglia ed è infermiera. Questa sua doppia vocazione ha fatto irruzione nella sua vita come un regalo e contro ogni attesa. Nel marzo 1976, la vita di questa ragazza siciliana di 11 anni aveva preso una svolta drammatica. Camminava con difficoltà a causa di un ginocchio dolorante. Il medico specialista annunciò che occorreva amputare perché il tumore che l’aveva colpita avrebbe potuto esserle fatale. I genitori rifiutarono questa amputazione e tutti coloro che conoscevano la piccola Delizia si misero in preghiera per la sua guarigione e fecero una colletta affinché potesse andare in pellegrinaggio dalla Madonna di Lourdes, che i Siciliani venerano in modo particolare. Durante l’estate, Delizia partì con sua madre alla volta di Lourdes. Ne ritornò sfinita, senza un vero cambiamento. Verso Natale 1976 il suo stato si aggravò e proprio mentre la sua famiglia vedeva ormai prossima la sua fine, arrivò la guarigione, improvvisa. Rapidamente la ragazza riprese vita, mangiò di nuovo, camminò, ritornò a scuola. Diventata la Signora Costa, è oggi mamma di tre bambini. Delizia è diventata hospitalier per mettersi al servizio di coloro che soffrono.


A questa guarigione ho dedicato in passato un ampio studio, con il quale contesto le conclusioni delle commissioni mediche (quella di Lourdes e quella Diocesana di Catania) in ordine ad almeno due considerazioni:
-  l'erronea diagnosi: si trattava pressoché con certezza di una metastasi di neuroblastoma e non di un sarcoma di Ewing
-  l'erronea prognosi formulata dagli esperti consultati, che negavano comunque la possibilità di una guarigione, a quella età, di un neuroblastoma, laddove invece la letteratura medica ne riportava già alcuni casi.
Una versione semplificata del mio studio è inserita nel volume collettaneo Lourdes. I dossier sconosciuti
Questa è la versione completa originaria: La guarigione di Delizia Cirolli. Una analisi critica, pubblicata nel mio volume Miracoli sotto inchiesta.

 

 

   Questa pagina è parte di un 'work in progress' on-line su Lourdes